Lenovo Yoga Book C930, il portatile con due schermi

L’innovativo laptop con schermo secondario con inchiostro elettronico e tutte le altre novità che il produttore cinese ha ufficializzato alla fiera tedesca

 

Berlino – Corposa e eterogenea la presentazione di prodotti Lenovo a Ifa 2018, con novità che spaziano dai laptop classici e per gamers a quelli convertibili, dagli accessori smart per la casa ai gadget più originali per il tempo libero. Un nuovo smartphone arriva anche da Motorola, che punta sul programma Android One. Scopriamo tutte le novità presentate in terra tedesca.

 

Sicuramente, il modello più interessante ufficializzato è Yoga Book C930 che si fa subito notare grazie al fatto di essere un laptop con doppio schermo, uno dei quali e-ink, dunque a basso consumo e in grado di “trasformarsi” in quel che si vuole. Ad esempio in ebook reader, ma meglio ancora in una tastiera dinamica personalizzabile con il layout preferito e con feedback a vibrazione e sonoro o ancora in una tavolozza per scrivere o disegnare.

Il sistema operativo è Windows 10, la batteria dura quattro ore e c’è un’ampia scelta di processori Intel. Il dispositivo si può aprire con un doppio tocco, come una bussata: una soluzione carina e divertente.

Si potrà acquistare da gennaio prossimo a un costo di 999 euro.

Può confondere di primo acchito in quanto dotato di stessa sigla, Lenovo Yoga C930 è invece la proposta top di gamma in quanto a laptop consumer 2-in-1 convertibili. La scheda tecnica mette sul piatto il sistema operativo Windows 10, l’intelligente soluzione dell’altoparlante rotante con Dolby Atmos Speaker System, per un ascolto ideale in qualsiasi “apertura” dello schermo e una penna integrata prodotta da Wacom che si ricarica e conserva nell’alloggiamento situato nello spigolo.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Prev
BoJack Horseman, il trailer della quinta stagione

BoJack Horseman, il trailer della quinta stagione

Augue, dictum nec consectetur quis, elementum eu arcu

Next
Dietro “Basta Netflix” c’è proprio Netflix

Dietro “Basta Netflix” c’è proprio Netflix

I misteriosi manifesti anonimi erano comparsi in questi giorni: si conferma una

You May Also Like