Il rapido scioglimento del ghiacciaio sul Monte Bianco.

Il Planpincieux è un ghiacciaio di 250000 metri cubi del versante italiano del Monte Bianco. Recentemente si è creata una frattura, e una parte del ghiacciaio si sta muovendo di oltre mezzo metro al giorno. La regione Val d’Aosta e in particolare il comune di Courmayeur hanno dovuto prendere dei provvedimenti per evitare che l’eventuale crollo del ghiacciaio provochi danni troppo gravi, chiudendo strade ed evacuando abitazioni. Questo è solo uno dei ghiacciai a rischio estinzione del nostro Paese e in tutto il mondo, per via del riscaldamento globale e dell’emergenza ambientale.

Un altro ghiacciaio in pericolo è il Lys, sul Monte Rosa, per il quale le associazioni Dislivelli e Cinemambiente già stanno organizzando un funerale per aumentare l’attenzione pubblica sull’emergenza climatica.

A causa dell’innalzamento delle temperature, secondo un rapporto del WWF, i ghiacciai al di sotto dei 3500 metri di altitudine si scioglieranno entro 30 anni. Un altro esempio altrettanto importante è quello del Grand Jorasses (il crollo è previsto ad ottobre)

Oggi in Italia ci sono 903 ghiacciai che occupano 368 chilometri quadri, mentre nel 1989 ce n’erano 500 in più e occupavano quasi il doppio della superficie. I ghiacciai più prossimi all’estinzione sono il ghiacciaio dei Forni in Valtellina e il ghiacciaio del Calderone sul Gran Sasso, in Abruzzo, il ghiacciaio più meridionale d’Europa.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Prev
Il primo comandante italiano della stazione spaziale internazionale

Il primo comandante italiano della stazione spaziale internazionale

L’astronauta italiano Luca Parmitano è stato nominato comandante della Stazione

Next
I graffiti che creano l’illusione

I graffiti che creano l’illusione

Di natura, gli street artist scrivono il proprio nome sui muri della

You May Also Like